L’Italia ripudia il fascismo – SLUM

Dopo l’attacco terroristico di matrice fascista che ha sconvolto gli abitanti di Macerata, un po’ ovunque sono state organizzate marce anti-fascismo per ribadire con forza la repulsione intellettuale del popolo verso quell’aberrante dottrina politica che sconvolse l’Europa per più di un ventennio.

Traini è un uomo qualsiasi. Il vicino di casa che tutte le mattine scende a buttare l’immondizia e salutandovi con affetto si avvia verso il solito bar dove intavolerà i suoi sermoni politici. Ci stupiamo di come in un giorno qualsiasi le persone come Traini possano decidere di impugnare un’arma e sparare contro sei innocenti, la cui unica ‘colpa’ è quella di avere la pelle nera e di non possedere la cittadinanza italiana. E cos’è la cittadinanza se non un pezzo di carta? E cos’è il colore nero se non una semplice e naturale sfumatura dell’essere umano?

2018-02-11 16.55.17
La Storia -quella ufficiale e non ufficiale fatta di vite e sentimenti- non ha contribuito ha creare una coscienza comune: lì dove c’erano buchi di memoria si sono create sacche di odio. Sembra che il passato non possa essere un buon professore perché distante, incompleto, lacunoso. Eppure possiamo taccare con mano ciò che il fascismo ha fatto con le sue politiche della violenza e della repressione. Siamo un Paese che faticosamente cerca di superare la sua statica e subdola indole pessimista, che odora di vecchio, che appassisce il futuro, che non rispetta se stesso. Un Paese che porterà sempre visibili le cicatrici del fascismo, che non potrà sbarazzarsene senza impegno e volontà.

Dopo 400 anni di guerre, rapine legalizzate e sperperi, il popolo italiano è ancora convinto che il mondo a Sud e a Est del mondo non abbia il diritto di riappropriarsi di ciò che gli è stato rubato, che gli è stato sottratto con la forza e con l’inganno. “Non c’è spazio per tutti”, sussurrano dopo aver constatato che una parte consistente di ciò che l’Italia è oggi la devono soltanto agli stessi ‘stranieri’ che scacciano con repulsione.

Arrivare a premere il grilletto contro degli innocenti -esaltando la purezza della razza- porta alla luce un incubo che per quasi un secolo ha macchiato di sangue le nostre vite. È per questo che non dobbiamo essere tolleranti nei confronti di teorie o pratiche che proclamano la superiorità della razza bianca, che disseminano odio. La tolleranza permetterà a questi movimenti neo-fascisti e razzisti di acquisire consensi tra gli ignoranti, gli analfabeti funzionali e gli isolati.

Il fascismo è un crimine contro l’umanità. E noi abbiamo l’obbligo di riconoscerlo, circoscriverlo e annullarlo con la forza della cultura ricordando a noi stessi che non esistono ‘immigrati’ ma solo viaggiatori.

Ester Arguto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: