Sull’omicidio di George Floyd e le rivolte in corso – SLUM

Alcuni media italiani non stanno parlando delle rivolte di Minneapolis o dell’omicidio di George Floyd riportando le informazioni corrette. Questo articolo di Francesco Morana fa maggiore chiarezza, e il punto della situazione, anche attingendo ai canali informativi de* compagn* afromerican* in lotta.


Agli occhi di un europeo poco informato sui fatti, la rivolta che da tre giorni è in corso a Minneapolis può apparire come un’esplosione di rabbia legata ad un singolo caso specifico, cioè la morte per mano poliziesca di George Floyd, avvenuta il 26 maggio.

In realtà, l’omicidio di Floyd, documentato ed il cui video è arrivato sulle testate mainstream di tutto il mondo, è stata la classica goccia che ha fatto traboccare il vaso.

Nei canali statunitensi di Black Lives Matter che si occupano di riportare la protesta, da ieri (giovedì 28 maggio) gira un messaggio che riporta il clima di tensione quotidiano a cui sono sottoposti gli individui afroamericani, colpevoli del reato di essere venuti al mondo, e facilmente sacrificabili come capro espiatorio.

Nel messaggio, vengono riportati una serie di eventi avvenuti nel corso della settimana aventi come oggetto abusi, discriminazioni o violenze ai danni di soggetti afroamericani; eventi che tra l’altro non esauriscono l’insieme di avvenimenti quotidiani che coinvolgono la popolazione nera statunitense.

Di seguito il testo integrale del messaggio:

“ A recap of recent events.

Let’s recap the week so far shall we. And it’s only Thursday…

1. Georgia youth pastor claims black men abducted and robbed him just to keep people from finding out he was in a hotel with a man he met on Craigslist. HE was arrested

2. Florida woman claims that 2 black men kidnapped her autistic son only to be charged with his murder herself by pushing him into a canal.

3. A New York woman in Central Park made a false call to the police and claimed that he, a black man, was attacking her all because he asked her to put a leash on her dog. She lost her job.

4. Police in Minneapolis arrested a black man and murdered him by keeping his knee on his neck until he passed out, he died soon after….they were fired hopefully charges are soon to follow.

It has been one busy week for bigots and it’s only Wednesday…..WE don’t play the race card, we’re just playing in the game they invented.

Can’t sit in Starbucks, can’t rent Airbnb, can’t nap in your college lounge, can’t jog, can’t break down on the road, can’t bbq in the park, can’t sell bottle water, can’t go shopping, can’t use a coupon in cvs, can’t cut your neighbors grass, can’t sell hotdogs, can’t go swimming, can’t play golf, can’t leave work late and finally, can’t sit on your own couch at home, or be asleep in your own apartment or play with your nephew without someone calling the police or the police coming in and shooting someone to death…..but we’re playing the race card. I don’t want to play this game anymore.” [1]

I casi a cui viene fatto riferimento sono i seguenti:

1) Christopher Keys, pastore della Chiesa Battista di Wesleyan Drive a Macon, Georgia, e insegnante alla Tattnall Square Academy, una scuola privata cristiana, ha accusato due non meglio precisati uomini of colour di averlo sequestrato al fuori da una CVS Pharmacy [catena di farmacie statunitense], per poi essere stato portato in un motel e derubato.[2]
Interrogato dalla polizia, è poi venuto fuori che l’uomo avrebbe inventato tutta la storia per coprire un suo incontro con un sexworker contattato su Craiglist, il quale risulterebbe essere il vero responsabile del furto.

Il fatto è avvenuto il 20 maggio [3], ma la notizia è venuta fuori dopo che le indagini della polizia, visionando le immagini delle telecamere di sicurezza esterna, avevano evidenziato come non fosse avvenuto alcun sequestro all’esterno della CVS Pharmacy

2) Patricia Ripley, residente a Miami, Florida, ha denunciato che due uomini afromericani non meglio identificati si sarebbero presentati nella sua abitazione per poi minacciare lei ed il figlio autistico non verbale di nove anni con un coltello, [4] chiedendo che gli venissero fornite delle droghe. Alla risposta negativa della donna, i due le avrebbero rubato il cellulare e sequestrato il figlio.

Dopo le prime indagini della polizia, e dopo aver notato diverse incongruenze nella versione dei fatti fornita dalla Ripley, quest’ultima ha confessato di aver inventato la storia sul rapimento e di aver ucciso lei il figlio, annegandolo in un canale. Questa confessione risulta essere suffragata da un video che mostra la donna e il figlio sulla riva del canale, dove è avvenuto il primo tentativo di omicidio, poi fermato da alcuni testimoni.

3) Il 25 maggio, Amy Cooper, una cittadina newyorkese bianca che si trovava a passeggiare con il proprio cane, ha accusato Christian Cooper, un cittadino newyorkese afroamericano appassionato di birdwatching, di averla attaccata all’interno di un’area verde di Central Park [nessuno sbaglio, si tratta di omonimia]. [5]

Christian Cooper avrebbe semplicemente chiesto alla donna di tenere il proprio cane al guinzaglio, ma la risposta di quest’ultima è stata parecchio aggressiva.
Amy Cooper ha così deciso di chiamare la polizia accusando l’uomo di averla minacciata, evidenziando che si trattasse di un afroamericano.

Il video dell’incontro tra i due è stato registrato dall’uomo ed ha iniziato a girare suoi social. L’uomo è così riuscito a scampare ad una falsa accusa ai suoi danni. [6]

Christopher Cooper durante un’intervista ha ricordato il caso di Ahmaud Arbery, un venticinquenne nero ucciso con armi da fuoco il 23 febbraio da due uomini bianchi, Gregory McMichael ed il figlio Travis. Inizialmente i due avevano affermato di aver agito per legittima difesa, ma la pubblicazione di un video i primi giorni del mese di maggio ha smontato la loro versione, portando al loro il 7 maggio. Anche in quel caso la comunità afroamericana aveva dato vita a delle manifestazioni di protesta.

A seguito del leak del video, Amy Cooper è stata licenziata.
Intervistata dalla CNN, ha affermato di aver sovrareagito, di non essere razzista ma di essersi sentita in pericolo. Sebbene Amy Cooper si sia scusata per quanto è accaduto, quella che emerge è comunque una visione distorta dalla popolazione afroamericana, vista dalla comunità bianca di volta in volta come una minaccia o come un bersaglio da colpire.

4) George Floyd viene fermato dalla polizia in quanto corrispondente alla descrizione di un sospettato che avrebbe cercato di pagare con una banconota da venti dollari contraffatta ad un supermercato e che poi si sarebbe allontanato.[7]

In un video ormai tristemente noto, si vede Floyd sbattuto a terra da un gruppo di quattro poliziotti. Uno di loro, che si scoprirà poi essere Derek Chauvin, tiene costantemente fermo il ginocchio sul collo dell’uomo, nonostante le sue suppliche e il non poter respirare.
Dopo qualche minuto, Floyd smette di muoversi e rispondere, viene caricato su un ambulanza arrivata poco dopo e viene dichiarato morto all’arrivo in ospedale.

I poliziotti hanno inizialmente riferito che Floyd avrebbe opposto resistenza fisica all’arresto.
Dal video non c’è conferma né smentita della cosa, poiché le immagini mostrano Floyd già a terra.

Anche in questo caso, come negli altri, l’esistenza di una prova video è stata determinante: i poliziotti sono stati infatti licenziati.

Un quinto caso, non menzionato nel messaggio originale, riguarda l’uccisione di Tony McDade, un uomo nero transgender, avvenuta il 27 maggio. [8]
McDade è stato ucciso da un poliziotto, di cui al momento non si conosce il nome.
Secondo il poliziotto, McDade corrispondeva alla descrizione di un sospettato responsabile di aver accoltellato a morte un altro individuo. Il poliziotto ha riportato che McDade fosse armato di pistola e coltello, e che abbia agitato l’arma verso di lui.
Il video dell’uccisione, registrato tramite bodycam in dotazione al poliziotto, non è ancora stato reso disponibile, e non lo sarà finché l’investigazione non verrà conclusa. [9]

Nella foto: il volto di Tony McDade

Il caso Floyd e le rivolte in corso

In una dichiarazione pubblica, Michael Freeman, general attorney della Contea di Hennepin ha dichiarato che, sebbene il video che mostra Floyd a terra sia terribile, il suo lavoro è quello di provare che sia avvenuta una violazione dello statuto criminale da parte dell’agente Chauvin, e ci sono prove che non sostanziano un’imputazione penale[10].

Quella che segue è stata la sua dichiarazione al riguardo:


“It is a violation of my ethics to talk and evaluate evidence before we announce our charging decision. And I will not do that. I will say this, that video is graphic and horrific and terrible and no person should do that. But my job in the end is to prove he violated a criminal statute. And there is other evidence that does not support a criminal charge. We need to wade through all of that evidence and come to a meaningful decision and we are doing that to the best of our ability.”[11]

Nel frattempo i quattro poliziotti accusati per la morte di George Floyd si sono appellati al quinto emendamento della Costituzione Americana[12], il quale dice, in sostanza, che nessuna persona può essere obbligata a testimoniare contro se stessa.

Nella giornata del 29 maggio Derek Chauvin è stato accusato di third degree murder e manslaughter [13]. Secondo quanto riportato dalla testata italiana Il Post “Nell’ordinamento del Minnesota, l’omicidio di terzo grado definisce la situazione in cui, senza intenzione di uccidere, si provoca la morte di un’altra persona compiendo un’azione crudele e molto pericolosa per gli altri, mostrando di non avere riguardo per la vita umana”[14]

Nel frattempo, in un rapporto sul caso Floyd viene riportato quanto segue:


“The autopsy revealedno physical findings that support a diagnosis of traumatic asphyxia or strangulation. Mr. Floyd had underlying health conditions including coronary artery disease and hypertensive heart disease. The combined effects of Mr. Floyd being restrained by the police, his underlying health conditions and any potential intoxicants in his system likely contributed to his death”[15]

Le proteste per la morte di Floyd sono iniziate nel pomeriggio di mercoledì 27 maggio per trasformarsi rapidamente in rivolta. Nel corso dei tre giorni di riot, sono stati circa un centinaio gli edifici danneggiati, di cui sei completamente distrutti. Nella prima giornata di protesta, i manifestanti hanno assaltato una caserma della polizia. Alcuni si sono riuniti inoltre di fronte la casa di Chauvin, che è stata successivamente presidiata da un ingente stuolo di polizia, come mostrato da un video che sta circolando sui social [16].

Ai manifestanti sono arrivate diverse attestazioni di solidarietà da tutto il paese.
Gli autisti di autobus di Minneapolis si sono riuniti ed hanno rilasciato un documento in cui affermano che non trasporteranno verso le carceri gli arrestati durante le proteste, né i poliziotti che dovranno intervenire per sedare la rivolta. [17]

Secondo il canale telegram “BLM Protests 2020” ci sono stati diverse segnalazioni riguardanti la presenza di gruppi armati di suprematisti bianchi arrivati da altre città in aiuto alla polizia; è stato riportato almeno un caso di sparizione forzata di manifestanti, caricati su auto di privati.

Le manifestazioni di protesta si sono estese su tutto il territorio statunitense, e tra quelle al momento conosciute se ne contano undici che interessano, tra le altre, le città di Houston, Los Angeles e Seattle. A giudicare dagli organizzatori delle proteste, i manifestanti sono pronti a confrontarsi con la polizia, giacché su alcuni flyer è possibile leggere frasi come “wear a black mask, prepare to escalate”.

Il governatore del Minnesota, Tim Walz, ha richiesto l’invio di truppe della Guardia Nazionale a Minneapolis, da impiegare nelle zone interessate dalla rivolta. Secondo il canale telegram “BLM Protests 2020” la Guardia Nazionale avrebbe ricevuto l’autorizzazione per l’uso di forza letale nei confronti dei manifestanti.

Il sindaco di Minneapolis, Jacob Frey, ha deciso l’imposizione del coprifuoco tramite Emergency Regulation No. 2020-2-1 [18] riguarda l’imposizione del coprifuoco su tutto il territorio cittadino per tutto il weekend. Il coprifuoco seguirà il seguente schema: dalle ore 20:00 di Venerdì alle ore 06:00 di Sabato, dalle ore 20:00 di Sabato alle ore 06:00 di Domenica.

Mentre scrivo queste righe è quasi mezzanotte, mentre a Minneapolis sono ancora le cinque del pomeriggio. È molto probabile che una delle ennesime lunghe notti statunitensi stia per iniziare.

Nell’immagine: un ragazzo scrive con la bomboletta rossa il graffito “2020 starts now”, ovvero “il 2020 inizia adesso”

[1] https://www.reddit.com/…/c…/gsg6cj/a_recap_of_recent_events/
[2] https://www.fox5atlanta.com/…/deputies-georgia-youth-pastor…
https://www.queerty.com/married-youth-pastor-concocts-crazy…
[3] https://www.ibtimes.com/married-georgia-pastor-lied-about-b…
[4] https://thegrio.com/…/florida-mother-drowned-son-but-initi…/ Secondo un’altra versione circolante nei canali di informazione, i due avrebbero fermato invece la vettura della donna https://nypost.com/…/florida-mom-accused-of-killing-9-year…/
[5] https://heavy.com/news/2020/05/amy-cooper-video-new-york/
[6] https://www.nytimes.com/…/…/amy-cooper-dog-central-park.html
[7] https://www.startribune.com/minneapolis-police-marchers-…/…/
[8] https://www.pinknews.co.uk/…/tony-mcdade-florida-police-ki…/
[9] https://eu.tallahassee.com/…/tallahassee-police…/5272571002/
[10] Hennepin County attorney calls video “graphic and horrific and terrible” https://edition.cnn.com/…/h_d16c25e73e053fed4d7170243c078b7b
[11] ibidem
[12] “All 4 officers involved in Floyd death have invoked their Fifth Amendment right “
https://edition.cnn.com/…/h_9e105d0c51645a78d07db7805ae6f723
[13] https://www.youtube.com/watch…
[14] https://www.ilpost.it/…/poliziotto-morte-george-floyd-arre…/
[15] https://assets.documentcloud.org/…/Derek-Chauvin-Complaint.…
[16]https://www.youtube.com/watch?v=6HODBwGoFGI
[17] https://www.vice.com/…/minneapolis-bus-drivers-refuse-to-tr…
[18] https://www.startribune.com/st-paul-joins-minneapolis-i…/…/…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: