Sulle repressioni violente e alcune vittorie (ma le Pantere Nere non sono tornate) – SLUM

La polizia negli USA si fa sempre più violenta e attacca i manifestanti, mentre questi riescono a riorganizzarsi ed ottenere delle prime vittorie parziali. Alcune “certezze” sono state smontate, dalla causa della morte di George Floyd alla presunta riapparizione delle Black Panthers. Articolo di Francesco Morana.


Alcune notizie dalle proteste degli scorsi giorni

Per quanto riguarda Chicago, il 31 maggio i mezzi pubblici sono stati soppressi con un preavviso praticamente inesistente, lasciando nei fatti tutta una serie di lavoratori e lavoratrici essenziali per strada[1]. Alcuni/e di loro si sono poi uniti alle proteste.

In alcuni casi [2] è stato segnalato l’utilizzo di LRAD (Long Range Acoustic Device), arme soniche non letali [3], ma in grado di causare danni all’udito anche permanenti. Sono strumenti usati come dissuasori nei confronti dei manifestanti.

Il 2 giugno a Cicero, un sobborgo di Chicago, venivano riportati 2 morti e sessanta arresti.
La polizia ha dichiarato che i due morti sono stati causati dagli spari di “agitatori esterni”[4]

2 giugno, fonte di prima mano:

dc and nyc both really incredible, it is hard to comprehend.
in richmond we had 8pm curfew and national guard deployed. cops really went off and were extremely repressive to a much smaller, less collectively militant, more dispersed group. they arrested like est. over 100 people and already it is backlashing intensely. we expect it to continue to polarize things

New York: il 2 giugno, i manifestanti hanno trovato la solidarietà dei lavoratori ospedalieri, che hanno applaudito il corteo mentre passava [5].
Il dipartimento di polizia di New York ha inoltro cominciato a nascondere i dettagli virtuali dei distretti di polizia [6]. Era già stato riportato che i poliziotti avessero nascosto i loro numeri identificativi per strada durante la repressione delle proteste [7].
Si riporta inoltre che a New York la polizia ha iniziato a detenere i manifestanti oltre il limite legale di 24 ore [8], compiendo nei fatti un’azione illegale (sospensione dell’habeas corpus). Pare che quest’azione sia stata compiuta su almeno 131 arrestati [9].
La situazione a New York sta diventando dura per la polizia: è stato segnalato che la media di poliziotti dimissionari è di circa 6 al giorno[10].

Il 5 giugno il Bronx di New York ha visto l’intervento massiccio della polizia, che ha arrestato tutti coloro che si trovavano per strada a manifestare [11], inclusi avvocati e personale medico-sanitario [12]

A Seattle le manifestazioni dei giorni scorsi sono state particolarmente tese.
Un video mostra la polizia attaccare con spray al peperoncino e lacrimogeni un gruppo di manifestanti che hanno messo su delle transenne come barricate[13]. Un altro video mostra la stessa scena ripresa dall’alto [14].

Ad Atlanta, si segnala che 40 manifestanti su un autobus diretto verso la prigione hanno ingaggiato una lotta con la polizia all’interno del mezzo e sono poi stati rilasciati senza alcuna accusa [15].

Sul web continuano ad essere riportati video di manifestanti attaccati dalla polizia senza alcuna ragione[16] [17] [18] [19] [20] [21]. In questo momento, le documentazioni video sono essenziali, e contraddicono palesemente le dichiarazioni della polizia riguardo gli episodi di “incidenti”[22]

Diversi video segnalano gli attacchi della polizia verso soggetti palesemente indifesi, vuoi per l’età o per condizioni di disabilità.

A Los Angeles, un senzatetto sulla sedia a rotelle è stato attaccato dalla polizia, che ha sparato proiettili di gomma in pieno volto all’uomo[23].

Un video che è girato parecchio sia su internet che sui media mainstream, mostra un settantacinquenne a Buffalo approcciare la polizia con un cartellone in mano e cercando di parlare. Viene immediatamente spinto a terra da due poliziotti, batte la testa ed inizia a sanguinare.
I due poliziotti sono stati sospesi, e 57 loro colleghi si sono dimessi dal lavoro di strada (rimanendo in polizia) in loro supporto, come protesta per la sospensione dei colleghi[24].
Il settantacinquenne è stato accusato dal sindaco di Buffalo di essere un “agitatore” ed “istigatore di saccheggi”[25]

Un video mostra una famiglia nera che cerca di attirare l’attenzione della polizia per proteggere un negozio, e che invece viene immediatamente messa sotto tiro ed ammanettata dai poliziotti accorsi sul posto[26]. L’arresto viene documentato in diretta televisiva, con somma sorpresa della crew giornalistica presente sul posto, che ha tentato invano di dire alla polizia che la famiglia non fosse colpevole di nulla. Video del genere dimostrano che la polizia sta agendo ormai semplicemente in base alla pigmentazione delle persone che si trova di fronte.

Giugno è il mese del Pride, istituito per ricordare la rivolta di Stonewall.
Pare che alla polizia la cosa non vada bene, giacché si segnalano dei raid ai locali LGBTQ+ [27] e attacchi ad attivisti che avevano organizzato una protesta contro la brutalità poliziesca allo Stonewall Inn [28].

A Vallejo martedì 2 giugno, Sean Monterosa di 22 anni, è stato ucciso dalla polizia mentre partecipava ad una protesta[29]. Monterosa si trovava inginocchiato come gli altri manifestanti ed un poliziotto gli ha sparato cinque volte [30]: il poliziotto che l’ha ucciso ha affermato di aver pensato che nella sua tasca ci fosse una pistola, mentre si è poi scoperto che si trattava di un martello. [31]
Alla lista degli afroamericani uccisi dalla polizia si aggiungono altri nomi: la morte di Manuel Ellis, afroamericano, 33 anni, avvenuta il 3 marzo. Il rapporto ufficiale su di lui ricorda la stessa narrazione che abbiamo visto nel caso della morte di George Floyd: l’uomo attacca la polizia, viene messo fuori combattimento dai poliziotti, muore sul posto mentre le sue ultime parole sono “I can’t breath”. L’autopsia ufficiale dice che la causa della morte non è l’intervento dei poliziotti, ma un mix di sostanze assunte e patologie pregresse.
Un copione pressoché uguale, tolti alcuni dettagli, a quello verificatosi il 25 maggio.

Il 4 giugno tuttavia, il caso di Manuel Ellis viene aggiornato e viene reso noto per quello che realmente è: omicidio [32]

Un account twitter sta attualmente tenendo il conto di tutti i video[33] che testimoniano atti di brutalità poliziesca: nel momento in cui scrivo (notte del 7 giugno) il conto si attesta sui 300 post, tra video e foto.

Non stupisce dunque, che un articolo riporti che circa uno statunitense su due (il 54% per essere precisi) abbia detto che l’incendio del commissariato di Minneapolis dopo la morte di George Floyd sia giustificato [34].

Nel frattempo, gli attacchi contro i giornalisti per strada sono continuati [35], e se ne sono contati circa un centinaio da parte della polizia.

“Riapparizione” delle Black Panthers?

Ad Atlanta, è stata segnalata la presenza di un gruppo di Black Panther.
Tuttavia, andando oltre la facile esaltazione ed imitazione di certuni ogni volta che si sente parlare delle Black Panther, pare che questo gruppo non abbia nulla a che vedere con il Black Panther Party originale, come riporta il sito anarco-comunista libcom. [36]

Il Black Panther Party (BPP) era una formazione che, seppure con una serie di limiti derivanti dall’approccio marxista-leninista, cercava di raggiungere istanze reali di emancipazione.

Il gruppo di Black Panther arrivato armi in pugno alla testa di un corteo ad Atlanta, inizialmente sembrava essere affiliato alle New Black Panther Party (NBPP), un gruppo che non ha nulla a che fare con il Black Panther Party storico, e che invece adotta istanze di black nationalism, e non di rado è stato accusato di razzismo ed antisemitismo[37], e gli aderenti storici delle BPP hanno contestato l’utilizzo dei loro simboli.

Per chi dovesse essere stupito da quanto appena riportato, bisogna ricordare che il movimento politico afro-americano (come tutti i movimenti politici), non è mai stato omogeneo, e che anzi ha avuto al suo interno anche delle componenti suprematiste, razziste e/o razzialiste (da racialist).

L’esempio più famoso ed eclatante riguarda la Nation of Islam, formazione in cui militava Malcolm X. La Nation of Islam si caratterizza per un’ideologia di separatismo nero, tanto che arrivò ad avere contatti con gruppi separatisti/suprematisti bianchi. È noto che la Nation of Islam abbia organizzato un incontro con l’American Nazi Party nel 1961 ad Atlanta [38].

Successivamente, tale gruppo è stato associato alle Revolutionary Black Panthers Party (RBPP), una piccola formazione politica presente ad Atlanta che dichiara di essere la legittima erede delle Black Panther Party. Si è poi scoperto che anche questa affiliazione era inesatta.

Ulteriori dubbi sono emersi quando hanno iniziato a circolare alcune foto dei membri del gruppo in compagni della polizia.

Un thread su twitter ha tentato di fare chiarezza ed investigato sulle persone presenti ad Atlanta quel giorno e presentasi, dal nulla, armate alla testa di un corteo (cosa che aveva fatto storcere il naso a molt*). Trovando i loro profili instagram (che ora sono stati resi privati o in cui sono stati cancellati i post) si è scoperto che queste nuove Black Panthers altro non sono che modelli/e/* ed attori/attrici/*. [39]

In generale, la sovraesposizione mediatica e la nascita dal nulla di nuovi gruppi vanno considerati come dei campanelli d’allarme.

Atlanta, nella foto quattro membri de le sedicenti Pantere Nere appaiono vestite di nero, armate, ed una di loro tiene sollevato il braccio sinistro.

Prime vittorie parziali delle proteste

Il 4 giugno, usciva la notizia che il City Council di Minneapolis stava considerando di sciogliere la polizia presente sul territorio cittadino[40]. Il dipartimento di polizia cittadino era già noto alle cronache per via delle sue affiliazioni e metodi palesamente razziste.

Gli attivisti che hanno presentato le loro petizioni al City Council cittadino chiedevano che i problemi sociali venissero affrontati non tramite la repressione e l’approccio securitario, ma tramite interventi ad hoc. Dunque, niente poliziotti per i casi di salute mentale, ma psicologi.
Niente poliziotti per la crisi endemica di overdose di oppiacei ma assistenti sociali.

Mercoledì 3 giugno, diverse entità della città di Minneapolis dichiaravano la loro volontà di voler tagliare i rapporti con la polizia cittadina [41] e pare ci sia l’intenzione di dismettere le forze di polizia presenti sul territorio cittadino[42], ma non è ancora ben chiaro in che modo questo verrà fatto.

Il sindaco Jacob Frey, presentatosi ad una protesta per contestare le richieste dei manifestanti di dismettere la polizia, è stato duramente attaccato verbalmente. [43]

Le istituzioni non possono ovviamente abdicare al loro ruolo senza resistenze, e il comportamento di Frey in questo senso è emblematico.

Questa può essere considerata una vittoria dei manifestanti, ma va approcciata con cautela.

Gli Stati uniti sono il paese impegnato in più fronti di guerra al mondo.

Questo vuol dire che in termini numerici girano parecchie armi, perché vengono rivendute anche sul mercato interno. Le armi ad attrezzature in surplus non utilizzate negli scenari esterni, vengono spesso e volentieri donate alle forze di polizia (ed ecco spiegato perché le forze di polizia statunitensi sono così militarizzate).

Inoltre, un altro grosso problema riguarda i soldati che ritornano negli Stati Uniti: spesso al ritorno soffrono di PTSD e non pochi sono disoccupati e/o senzatetto.

Altri vengono ri-cooptati all’interno della sicurezza pubblica e privata (ad esempio come controllori armati nelle scuole per contrastare gli episodi di school shooting). [44]

Nel frattempo, un’altra vittoria riguarda la revoca del coprifuoco in alcune città, dopo giorni e giorni di proteste. Si segnalano Detroit [45], Seattle[46], Philadelphia [47].

A Los Angeles, l’amministrazione cittadina ha deciso di tagliare alcuni fondi destinati alla polizia, per riallocarli in settori di community care[48].

A Seattle, l’amministrazione cittadina revoca l’uso di lacrimogeni per 30 giorni[49]. I manifestanti scopriranno poi, ascoltando le radio della polizia, che la revoca non è dovuta alla benevolenza nei loro confronti, ma al semplice fatto che la polizia abbia finito le riserve di lacrimogeni[50].
Tuttavia, gli stessi manifestanti sul campo hanno poi constatato che un qualche tipo di lacrimogeno sia stato comunque utilizzato successivamente alla revoca [51].

Sui canali telegram circola il seguente messaggio che tiene conto delle vittorie ottenute dalle proteste (le date sono espresse nella formattazione mese/giorno, dunque 5/26 è il 26 maggio)

What have these protests accomplished so far?
5/26 – 4 officers fired for murdering George Floyd
5/28 Univ of Minn cancels contract with police
5/28 3rd precinct police station neutralized by protestors
5/28 ATU Local 1005 refuses to bring police officers to protests, or transport arrested protesters
5/29 Activists commandeer hotel to provide shelter to homeless
5/29 Officer Chauvin who killed Floyd arrested
5/29 Louisville Mayor suspends “no-knock” warrants in response to polices 3/12
5/30 US Embassies across Africa condemn police murder of Floyd
5/30 MN AG Ellison takes over prosecution of the murdering officer
5/30 TWU Local 100 bus operators refuse to transport arrests protestors
5/31 2 abusive officers fired for pulling a couple out of car and tasing them
6/1 Minn public schools end contract with Minneapolis police department
6/1 Confederate Monument removed – Birmingham, AL
6/1 CA prosecutors launch campaign to stop DA’s from accepting police union money
6/1 Tulsa Mayor Bynum agrees to not renew Live PD contract
6/1 Louisville police chief fired after shooting of David Mcatee at BBQ joint
6/1 Dems and reps begin push to shut down a Pentagon program that transfers military weaponry to local law enforcement departments – nationwide
6/2 Minn AFL-CIO calls for the resignation of Bob Kroll, the president of the Minneapolis police union (Bob Kroll is a vocal white supremacist)
6/2 ATU Local 85 announces refusal to transport police officers or arrest protestors
6/2 Racist Ex-Mayor Rizzo statue removed
6/2 6 abusive officers charged for violence against residents and protestors – Atlanta, GA
6/2 Confederate soldier statue removed – Alexandria, VA
6/2 Civil Rights investigation of Minn Police Dept launched
6/2 Resolution to prevent law enforcement from hiring officers with history of misconduct announced by San Fran DA Boudin and Supervisor Walton
6/2 Survey indicating 64% of polled sympathetic to protestors, and 47% disapprove of police handling + 54% think burning down of precinct fully or partially justified
6/2 NJ AG announces policing reforms
6/2 Minn City Council members publicly call for disbanding the police and replace safety and outreach capacity
6/3 1 officer fired for tweets promoting violence against protestors – Denver, Co
6/3 Minn Institute of Art, First Avenue, Walker Art Center end use of MPD for events
6/3 Officer Chauvin charged and taken into custody
6/3 Officer Chauvin charges upgraded to 2nd Murder, ad remaining 3 officers also charged and taken into custody
6/3 VA Gov announces removal of Robert E Lee statue
6/3 Richmond VA Mayor Stoney announces RPD reform measures: establish “Marcus” alert for folks experiencing mental health crisis, establish independent Citizen Review Board, an ordinance to remove Confederate monuments, and implement racial equity study
6/3 County commissioners deny proposal for $23 million expansion of Fulton County jail
6/3 Minn Parks and Rec cut ties with the Minn Police Dep.
6/3 US Army tells soldiers to disobey any orders to attack peaceful protestors – nationwide
6/3 LA Announces $100-150 million cut from LAPD budget, Reinvested into communities, moratorium on gang database, sharper discipline against abusive cops, in effect immediately
6/3 Seattle changes mind and withdraws request to end federal oversight/consent decree of police department
6/4 Breonna Taylor case reopened?
6/4 Portland schools superintendent ‘discontinues’ presence of armed police officers in schools
6/4 MBTA (Metro Boston) board orders that buses wont transport police to protests, or protestors to police
6/4 King County Labor Federation issue ultimatum to police unions, to admit to and address racism in Seattle PD, or be removed

Sulla morte di George Floyd

L’accusa nei confronti di Derek Chauvin, il poliziotto responsabile della morte di George Floyd, è stata aggiornata. Inizialmente si era trattato di third degree murder e manslaughter.
Attualmente l’accusa è invece di second degree murder. [52]

Volendo fare una comparazione, sicuramente limitata e parziale, con l’ordinamento giuridico italiano, lo si potrebbe considerare come un passaggio dall’omicidio colposo (third degree murder) all’omicidio doloso/volontario (second degree murder).

Inoltre, anche gli altre tre agenti che erano sul posto hanno ricevuto delle accuse, mentre inizialmente erano stati semplicemente licenziati senza alcuna accusa nei loro riguardi [53].

Nel frattempo, la famiglia ha fatto condurre un’autopsia a sé stante, dunque distinta da quella ufficiale, che ha invece dichiarato che la morte dell’uomo è stata dovuta ad asfissia. [54]

Solidarietà da altre parti del mondo

Al Jazeera riporta una mappa interattiva delle proteste[55]: oltre all’Europa, se ne segnalano anche in alcuni stati del continente africano, in Medio Oriente e nell’America Latina.

Anche il network anarchico CrimethInc sta riportando una lista delle proteste e degli atti di solidarietà in giro per il mondo [56].

A Bristol, nel Regno Unito, è stata tirata giù e buttata in acqua una statua di Edward Colston, un mercante di schiavi.

Il 4 giugno a Vienna c’è stata una manifestazione partecipata da circa 50.000 persone [57].

Il 6 giugno manifestazione di massa si sono svolte a Londra [58] e Berlino.

Il 5 giugno a Città del Messico, alcuni manifestanti hanno attaccato l’ambasciata statunitense con sassi e molotov [59], e diverse proteste sono esplose in varie città a causa dell’uccisione di Giovanni Lopez da parte della polizia [60]

In Canada, è stata segnalata la morte di Chantel Moore, ventiseienne uccisa dalla polizia [61].
La polizia ha dichiarato che la donna li avrebbe minacciati con un coltello.

In una folla, davanti a del fumo denso e nero e a delle fiamme, un cartello sovrasta la scena: “Black Lives Matter”. La foto è di Elijah Nouvelage.

[1] https://twitter.com/MarcusHbert/status/1267247452014481413?s=20
[2] https://twitter.com/pnwylf/status/1268827927166111745
[3] https://it.wikipedia.org/wiki/Long_Range_Acoustic_Device
[4] https://twitter.com/garybaumgarten/status/1267673423125393408?s=20
[5] https://twitter.com/sarahwaltonnews/status/1267912563418857473?s=21
[6] https://twitter.com/jhermann/status/1267524077130039305
[7] https://theintercept.com/2020/06/03/nypd-badge-black-band/
[8] https://twitter.com/BryanLlenas/status/1268637787881975809
[9] https://www.instagram.com/p/CBG0eQNj9CQ/?igshid=mj6goax28syd
[10] https://twitter.com/johncardillo/status/1268635034124247045
[11] https://twitter.com/JoshuaPotash/status/1268706625797394433?s=19
[12] https://www.facebook.com/LeftVoice.org/videos/191001975468349/
[13] https://twitter.com/stephtseo/status/1267680737915924480?s=20
[14] https://twitter.com/jxyzn/status/1267684722341064704?s=21
[15] https://twitter.com/jail_support/status/1268222870662131712?s=19
[16] https://twitter.com/liveinochi/status/1267504585926557696?s=21
[17] https://twitter.com/jusalotofpain/status/1267638427723296768
[18] https://twitter.com/BenjaminPDixon/status/1268753177035374593
[19] https://twitter.com/misaacstein/status/1268381797081022464
[20] https://mobile.twitter.com/justice_votes/status/1268383151849648128
[21] https://twitter.com/chadloder/status/1268955152750264320
[22] https://www.washingtonpost.com/nation/2020/06/06/police-protester-incidents-video/
[23] https://www.newshub.co.nz/home/world/2020/06/los-angeles-police-shoot-homeless-man-in-wheelchair-in-face-with-projectiles-during-protest.html
[24] https://twitter.com/davidbegnaud/status/1268984850465333250?s=21
[25] https://twitter.com/USAProtests/status/1269318813008437248?s=09
[26] https://twitter.com/arashmarkazi/status/1267636511589031937?s=21
[27] https://twitter.com/aaronpcalvin/status/1268708285517004801?s=21
[28] https://www.lgbtqnation.com/2020/06/cops-beat-lgbtq-protestors-leaving-demonstration-stonewall-inn/
[29] https://twitter.com/abc7newsbayarea/status/1268312451516424192
[30] https://twitter.com/carterforva/status/1268368049566027776
[31] https://abc7news.com/family-speaks-out-after-man-shot-killed-by-vallejo-police/6232256/
[32] https://www.npr.org/2020/06/04/870005544/manuel-ellis-tacoma-man-died-in-police-custody-saying-he-can-t-breathe
[33] https://mobile.twitter.com/greg_doucette/status/1266751520055459847
[34] https://www.newsweek.com/54-americans-think-burning-down-minneapolis-police-precinct-was-justified-after-george-floyds-1508452
[35] https://www.bbc.com/news/world-us-canada-52880970
[36] https://twitter.com/libcomorg/status/1269188881116729345
[37] https://www.splcenter.org/fighting-hate/extremist-files/group/new-black-panther-party
[38] https://rarehistoricalphotos.com/george-lincoln-rockwell-attend-nation-islam-1961/
[39] https://twitter.com/WolfTheRed/status/1270369754432356352
[40] http://www.citypages.com/news/minneapolis-city-council-members-consider-disbanding-the-police/570993291
[41] https://minnesota.cbslocal.com/2020/06/03/minneapolis-park-board-park-police-walker-art-center-join-list-of-those-cutting-ties-with-minneapolis-police/
[42] https://theappeal.org/minneapolis-city-council-members-announce-intent-to-disband-the-police-department-invest-in-proven-community-led-public-safety/
[43] https://twitter.com/EamonWhalen/status/1269398760049737728
[44] Per un articolo al riguardo, invito alla lettura di “Armi, società e potere – Militarizzazione sociale” su https://photostream.noblogs.org/2018/03/armi-societa-e-potere-militarizzazione-sociale/
[45] https://eu.freep.com/story/news/local/michigan/detroit/2020/06/04/detroit-protesters-declare-victory-police-chief-waive-curfew/3138904001/
[46] https://twitter.com/CityofSeattle/status/1268394531763834880
[47] https://nitter.net/UR_Ninja/status/1269685742978191363#m
[48] https://www.npr.org/2020/06/03/869242938/amid-protests-against-police-violence-la-mayor-eric-garcetti-announces-cuts-to-l?t=1591568307316
[49] https://twitter.com/seattletimes/status/1269032189200654337
[50] https://twitter.com/koush/status/1269041231570464768
[51] https://twitter.com/ColeMillerTV/status/1269459852885028865
[52] https://twitter.com/gravelinstitute/status/1268240731686211587?s=21
[53] ibidem
[54] https://www.bbc.com/news/world-us-canada-52885964
[55] https://www.aljazeera.com/indepth/interactive/2020/06/mapping-anti-racism-solidarity-protests-world-200603092149904.html?utm_source=scroll6
[56] https://it.crimethinc.com/2020/06/02/international-solidarity-with-the-minneapolis-uprising-demonstrations-graffiti-hacking-and-riots-on-six-continents
[57] https://twitter.com/antifa_w/status/1268635450320830473
[58] https://twitter.com/saulocorona/status/1269311993011490817?s=12
[59] https://twitter.com/alexsalvinews/status/1269023553208422400
[60] https://enoughisenough14.org/2020/06/08/fires-and-disruption-in-various-cities-across-mexico-against-police-repression/
[61] https://vancouversun.com/news/b-c-woman-fatally-shot-by-police-in-new-brunswick

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: